26 marzo 2015

Contabilizzazione del Calore

La maggioranza degli edifici condominiali dotati di un impianto di Riscaldamento Centralizzato, non consente al singolo utente una regolazione autonoma del calore. L’impianto funziona solo ad orari e giorni stabiliti con un controllo della temperatura che il più delle volte è inefficiente, con della bollette di riscaldamento condominiale emesse solo sui millesimi di proprietà e non in base al consumo.
Così se  si è fuori casa tutto il giorno…se fa troppo caldo o troppo freddo ?  Di fatto l’utente non può decidere cosa fare nella propria casa.
Alla fine nessuno ci pensa più, al massimo, se fa troppo caldo si aprono le finestre.
Quante volte in giornate soleggiate  con temperature esterne di 18° avete trovato a casa, a scuola, i radiatori che scottano, con inutile spreco di energia e di denaro.
E allora quanti hanno desiderato un impianto autonomo di riscaldamento…
Ma i costi ?  I lavori in casa ? Le autorizzazioni del condominio ?
Ecco che grazie alla direttiva europea 2012/27/EU sul risparmio energetico anche l’ Italia ha scelto la strada della contabilizzazione del calore che diventerà obbligo di legge il 01/01/2017.
Con un sistema di contabilizzazione potrai gestire l’impianto centralizzato come se fosse un vero impianto autonomo.
Con la semplice installazione di alcuni accessori su tuoi radiatori, senza la necessità di alcuna opera muraria:

  • Potrai regolare la temperatura e l’accensione di ogni singolo radiatore.
  • Potrai pagare finalmente solo il calore che vuoi usare.

La Contabilizzazione del calore e la termoregolazione non sono novità, in Germania e nei paesi limitrofi sono attive da oltre 30 anni, in Italia con l’emanazione della prima legge sul Contenimento Energetico degli edifici, la legge 10/91 e il DPR 412/93 per tutti gli edifici di nuova costruzione dotati di Impianto di riscaldamento centralizzato vige già l’obbligo di installazione di un sistema di Contabilizzazione del Calore

Come funziona

L’Impianto di riscaldamento centralizzato

Gli impianti centralizzati presenti negli edifici già da prima degli anni 90 sono fondamentalmente di 2 tipologie.

sito_schemi_impianti_centralizzati1

La tipologia a colonne montanti è quella più frequente (circa il 70% degli edifici).
La distribuzione avviene con un anello inferiore dal quale si diramano le colonne montanti che servono una serie di radiatori piano per piano. Quindi ogni colonna serve i radiatori di diverse U.I.

La tipologia impianto orizzontale (a zone) è meno frequente. In tale sistema è presente un unica montante di distribuzione che arriva ai vari piani. In questo caso a differenza del sistema a Colonne Montanti ogni U.I. ha la distribuzione interna indipendente. Molti di questi impianti nel tempo sono passati al sistema autonomo. (essendo più semplice l’installazione evitando opere murarie interne).

Con tali tipologie di impianti i tuo radiatori si accendono solo ad orari stabiliti, non si ha nessuna possibilità di controllo e regolazioneTutto è collegato alla caldaia condominiale che il più delle volte è priva di termoregolazione. Con questo tipo di impianti  non si può in alcun modo ottimizzare il consumo.

I componenti del Sistema di Contabilizzazione del Calore

La termoregolazione
Tutti i radiatori sono dotati di una valvola di chiusura, basta sostituirla ed installare una valvola termostatica.

VALVOLA ATTUALE                                                   VALVOLA TERMOSTATICA

sito_valvole_prima_dopo
La Valvola Termostatica è dotata di una sonda che misura la temperatura dell’ ambiente e regola meccanicamente il flusso di calore al radiatore. Al raggiungimento della temperatura impostata la Valvola blocca in automatico l’alimentazione del radiatore garantendo la termoregolazione degli ambienti.

I vantaggi della termoregolazione

  • Possibilità di regolare la temperatura di ogni ambiente in funzione delle proprie esigenze
  • Rapidità è facilità di installazione, (nessuna operara muraria
  • Riduzione dei consumi di energia (la sola riduzione della temperatura dell’ambiente da 21 a 20°C porta già a un risparmio pari al 7% annuo)
  • Possibilità di installare a richiesta Valvole termostatiche digitali programmabili e centralina di controllo con sistema wifi. 
    sito_valvole-termostatiche-digitali-risparmio-energetico

 

 

Valvola digitale e Centralina

 

 

La contabilizzazione del Calore

La contabilizzazione è il sistema che permetta in un sistema di Riscaldamento Centralizzato la lettura del calore prelevato da ciascun utente.
In questo modo la ripartizione delle spese avverrà finalmente in funzione degli effettivi consumi realizzati, con il sistema Tanto Chiedo e Tanto pago.

Il riscaldamento centralizzato con ripartizione individuale dei costi offre numerosi vantaggi, infatti assicura un rendimento molto elevato rispetto a quello autonomo. E’ stato calcolato che dove il singolo condomino può amministrare individualmente il proprio fattore di riscaldamento le spese relative possono diminuire dal 15 al 30%.
Oggi un’oculata gestione tiene conto del reale utilizzo, coinvolgendo in modo diretto l’utente finale che può rendersi conto dell’effettivo consumo e quindi del concreto risparmio.

I sistemi tecnici di contabilizzazione si differenziano in funzione della tipologia di impianto centralizzato

Impianti a colonne montanti

Il 70% degli impianti centralizzati sono del tipo a colonne montanti (i radiatori vengono alimentati da colonne verticali piano per piano). Il metodo utilizzato per la misura del calore è la contabilizzazione indiretta. Su ogni radiatore  sarà installato un Ripartitore di Calore. Tale strumento alimentato a batteria della durata di anni 10 completamente non manomettibile, misurerà il calore emesso. I valori registrati saranno inviati via radio ad una centralina di raccolta dati. Prima della loro installazione è necessario un accurato rilievo dell’impianto e la loro programmazione secondo la norma UNI 10200.

SITO_CONTABILIZ_INDIRETTA

Impianti ad anello a zone
Sono impianti realizzati in modo che ogni singolo appartamento è alimentato da una parte della rete di distribuzione, l’installazione della contabilizzazione in questo caso è più semplice, basta installare nella cassetta del collettore a servizio di ogni singola utenza, un contatore di calore.
Questi misura il flusso di energia termica consumata dall’unità immobiliare.
Anche in questo caso il contatore può essere dotato di dispositivo radio e inviare i valori di misurazione ad una centralina di raccolta dati.

SITO_CONTABILIZZ_INDIRETTA

Il Sevizio di Lettura e la Ripartizione delle Spese…

Lascia un commento